CASCINACASTLE'T

Uceline

Questo vino è il frutto della volontà di Mariuccia Borio che verso la metà degli anni ’80 ha deciso di recuperare un antico vitigno che si stava perdendo e che lei ricordava con affetto perché ritenuto dai suoi genitori e dai vecchi contadini un vino forte, generoso, che, se passito, era oggetto di culto e venerazione. Non lo si commercializzava poiché le quantità erano sempre molto esigue; lo si teneva in cantina per le grandi occasioni o per offrirlo agli ospiti più importanti.
L’iniziativa di recupero è partita in due direzioni, una scientifica, finanziando una ricerca che riconoscesse il vitigno stesso, e ne descrivesse le caratteristiche, e una pratica e agricola: la ricerca di piante residuali sul territorio per riuscire a costituire la prima vigna di questo vino. La ricerca scientifica, durata oltre vent’anni ha dato risultati entusiasmanti, sia sull’identità del vitigno che è certa, ben definita e circoscritta al territorio intorno a Costigliole, sia sulle sue caratteristiche: la forte resistenza che permette di abbattere in modo significativo i trattamenti, la tardività della maturazione che permette vendemmie quasi invernali su uve ancora turgide e sane; la ricchezza polifenolica, in particolare del resveratrolo, simbolo ormai universalmente riconosciuto del contributo del vino alla salute dell’uomo.
Vent’anni è durata anche la coltura, con sperimentazioni sia agricole che di cantina per arrivare al prodotto finale, che ha convinto il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ad inserire l’uvalino fra i vitigni ammessi alla produzione del vino in regione Piemonte.
Il nome Uceline non è un nome di fantasia, è il nome secentesco che si dava a queste uve a vendemmia tardiva che ultime rimanevano sulla pianta tanto da essere oggetto dell’attenzione degli uccellini nei momenti di magra che precedono l’inverno.
È un vino da meditazione, austero, rigoroso, ma con morbide note suadenti, di colore granato che permane nel tempo, nuances aranciate sono apparse appena accennate nel vino più vecchio; al naso si presenta complesso con note di piccoli frutti, liquirizia e spezie dolci che tendono ad evolversi in sentori ancora più complessi con il tempo. In bocca si apprezza la struttura ampia, la potenza dei tannini sempre presenti ma mai allappanti, e la lunga persistenza con ricordi di frutta matura.

AVIÉ
Descrizione
Scheda tecnica
Scheda tecnica (PDF)
PDF, peso del file: 378 KB

CASCINACASTLE'T
STR. CASTELLETTO, 6 - 14055
COSTIGLIOLE D'ASTI - ITALIA
TEL +39 0141 966651 - FAX +39 0141961492 - email: info@cascinacastlet.it
© 2006 - www.cascinacastlet.com